Blog Motta

News ed eventi


Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta

  • Blog

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta

L'Albergo Motta a Costigliole d'Asti ha stilato un piano per affrontare l'emergenza Coronavirus

In queste settimane di chiusura ho deciso di continuare a dedicare le mie giornate alla mia attività e, quindi, al mio Motta. La mia attenzione, però, non era solo rivolta al mio blog o alla pagina Facebook del Motta, volevo fare di più.

In previsione di una futura apertura, ho quindi ritenuto opportuno consultarmi con le autorità competenti e redigere un piano di autocontrollo da attuare all'interno dell'Albergo Motta.

In questo documento ho voluto trattare tutti i punti caldi e di grande importanza relativi la gestione del mio albergo. Ho trattato di pulizie, di distanziamento sociale e di come gestirò la struttura durante l'emergenza Coronavirus. Non voglio lasciare nulla al caso, ma dimostrare che tengo alla salute dei miei Clienti e che prendo seriamente le misure di prevenzione forniteci dagli enti competenti.

Trattandosi di un documento complesso, ho preferito evitare di proporre un riassunto che avrebbe inevitabilmente omesso qualche informazione importante. Preferisco invece lasciare a disposizione di tutti la versione integrale del mio piano di autocontrollo COVID-19, in modo che tu possa consultarlo con attenzione e quando lo desideri.

Piano autocontrollo COVID-19 Albergo Motta – R.S. DI Raviola B. & C. SAS

Via Giacomo Scotti, 32 – Costigliole d'Asti (AT)
www.albergomotta.com
email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cell. 3314565523

La sottoscritta Raviola Dott. Arch. Barbara in qualità di legale rappresentante della Ditta R.S. Di Raviola B. & C. sas con sede in Costigliole d'Asti, (AT) Via Giacomo Scotti, 32 P.I./C.F. 01519840050 Codice Ateco 55.1, in seguito a consultazione con le autorità comunali e sanitaria locale, le associazioni categoria e del settore turismo, stabilisce il seguente piano d’azione su misura per la propria attività alberghiera e in attuazione secondo la conformità con le raccomandazioni delle autorità sanitarie pubbliche regionali e nazionali, con l’obiettivo di prevenire i casi, di gestire efficacemente gli eventuali casi e mitigare l’impatto tra i clienti e lo svolgimento delle proprie mansioni lavorative di accoglienza ospiti, comprese le pulizie e la disinfezione e sanificazione degli spazi comuni, delle camere, incluse le eventuali occupate da malati. Tale piano sarà puntualmente aggiornato quando necessario in conseguenza a nuovi orientamenti, decreti governativi, procedure e regolamenti, emessi dalle autorità pertinenti.

Mobilitazione

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - MobilitazioneIl piano di azione prevede mettere a disposizione le proprie risorse informatiche al fine di garantire che lo stesso possa essere attuato in modo rapido ed efficace, e che prevedono la fornitura di attrezzature e procedure, sviluppate in collaborazione con le autorità sanitarie locali e nazionali, per la gestione dei casi sospetti e dei loro possibili contatti.

Supervisione

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - SupervisioneL’attuazione del piano d’azione e l’efficacia delle misure intraprese vengono valutate frequentemente per verificarne la conformità, identificare e correggere le lacune e adattare il piano all’esperienza pratica.

Elenco delle azioni

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Elenco delle azioniSi elencheranno le azioni e le misure importanti che saranno eseguite nella pulizia e sanificazione delle camere e degli spazi comuni e di tutte le aree pertinenziali della struttura. Questo elenco potrà essere utilizzato per migliorare le azioni implementate.

Comunicazione

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - ComunicazioneLa comunicazione tra la Direzione e gli organi comunali e provinciali incaricati sarà mantenuta per pre-definire una politica d’informazione e per fornire e ottenere rapidamente informazioni sugli incidenti che possono sorgere nella struttura e per conoscere lo stato della situazione in ogni momento. Il piano d’azione sarà spiegato e messo a disposizione per la consultazione, agli ospiti e alle altre parti interessate può garantire la coerenza dell’allineamento, tramite supporti informatici (mail o WhatsApp). Brevi documenti informativi saranno posizionati nella reception per amplificare i messaggi chiave tra gli ospiti e la direzione dell'albergo, tra cui la promozione di un accurato e periodico lavaggio delle mani, il galateo per la tosse, la misurazione della temperatura al check-in, mediante termometro ad infrarossi, il check-in interesserà un massimo di due clienti ad ogni ingresso, l'uso di mascherine in tutte le aree comuni dell'albergo, l'uso del disinfettante mani prima di accedere alle camere e messo a disposizione nella reception, il rispetto del distanziamento tra gli altri ospiti, il numero di cellulare dell'albergo che gli ospiti potranno utilizzare in caso di malessere, in modo da permettermi di fornire loro nella propria camera, il mio supporto nella richiesta di intervento del personale medico sanitario.

Formazione e informazione all'accoglienza

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Formazione e informazione all'accoglienzaLa direzione si impegna ad informare tutti gli ospiti in merito alle misure da adottare e di protezione della loro salute e quella di altri ospiti e persone presenti nella struttura, compresa la raccomandazione di rimanere nelle proprie camere se accusano sintomi come febbre, tosse o difficoltà a respirare, dove dovranno richiedere e attendere il mio intervento di aiuto per la richiesta dei soccorsi; tale intervento avverrà secondo una procedura precisa al fine di prevenire la possibile diffusione del COVID-19 all’interno della struttura alberghiera. Agli ospiti che lo richiedono saranno fornite informazioni sulle misure preventive e sui servizi che gli ospiti possono richiedere, come ad esempio, i servizi medici e farmaceutici disponibili nella zona, informazioni sull'ospedale Cardinal Massaia di Asti. Nella reception saranno messe in atto tutte le precauzioni necessarie, compreso l'uso della mascherina, del disinfettante mani, ed il rispetto del la distanza fisica con gli ospiti. Nella reception è presente la cassetta del pronto soccorso ed i numeri di telefono da utilizzare in caso di emergenza sanitaria, compreso il cellulare dell'albergo.

Attrezzature e presidi sanitari personale

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Attrezzature e presidi sanitariIl kit presidio sanitario ad uso del personale dell'albergo i seguenti elementi: disinfettante germicida per la pulizia di tutte le superfici, dei tessuti e di tutta la biancheria dell'albergo; maschere viso, occhiali, guanti usa e getta, abito protettivo a tutta lunghezza e con maniche lunghe, usa e getta, sacchetti monouso per i rifiuti speciali rischio biologico, il cui smaltimento avverrà secondo la procedura stabilita dalla normativa.

Misure di distacco sociale, pulizia delle mani e igiene respiratoria

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Misure di distacco socialeLe misure di distanziamento sociale, che includono l’astenersi dall’abbracciare, baciare o stringere la mano agli ospiti, il rispetto della distanza di almeno 1 m, insieme all’igiene frequente delle mani e al galateo respiratorio (evitare di tossire o starnutire senza proteggere la bocca con un fazzoletto di carta usa e getta o, in alternativa con l'incavo del proprio gomito), sono le principali misure per impedire la trasmissione di COVID-19. Anche se è probabile che gli ospiti abbiano già familiarità con queste misure, saranno ricordate loro come una forma di ospitalità. Particolare attenzione sarà posta sull'importanza dell’igiene delle mani ed in particolare sulla loro pulizia regolare ed accurata mediante l'uso di disinfettante presente in reception e con acqua e sapone nella propria camera. Evitare inoltre di toccare occhi, naso e bocca.  La disinfezione della mano è indicata e suggerita agli ospiti, dopo lo scambio di denaro, carte di credito.

Monitoraggio degli ospiti che sono probabilmente malati

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Monitoraggio ospiti malatiPur osservando le normative in relazione alla protezione dei dati personali e il diritto alla privacy, si sceglie di monitorare gli ospiti della struttura, potenzialmente malati. Il personale della reception prenderà nota di tutti gli incidenti rilevanti di cui viene a conoscenza, come le richieste di visite mediche della Guardia Medica o l'intervento del 118. Queste informazioni saranno trasmesse tramite pec agli uffici comunali per favorire la gestione rapida dei casi sospetti con le autorità sanitarie locali, nonché la messa in sicurezza dell'intero territorio e comunità, e no solo della stessa struttura alberghiera.

Servizi tecnici e di manutenzione

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta -Servizi di manutenzioneLa disinfezione dell’acqua potabile sarà competenza dell'Acquedotto Valtiglione e non dell'Albergo Motta. Quest'ultimo si provvederà al mantenimento della temperatura dell'acqua calda sanitaria, secondo le indicazioni delle autorità sanitarie locali e comunque ad una temperatura non inferiore ai 70° C, non sarà mai utilizzata l'autoclave presente al piano terrà, ed attualmente vuota, per compensare l'eventuale temporanea sospensione della fornitura idrica pubblica, in caso di guasto: sarà rimosso, fino alla fine dell'emergenza sanitaria da COVID-19, il distributore dispenser d'acqua ad uso gratuito degli ospiti.

Attrezzature lavanderia

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - LavanderiaSarà controllato il corretto funzionamento delle attrezzature della lavanderia, in particolare le temperature di funzionamento, nonché il corretto dosaggio di prodotti chimici per la pulizia e la disinfezione.

Climatizzazione Anche se COVID-19 non viene trasmesso dall’aria, ma da persona a persona attraverso piccole goccioline dal naso o dalla bocca quando una persona infetta tossisce o espira, si presterà attenzione, come del resto avveniva in circostanze normali, al monitoraggio della condizione dei filtri degli inverter pompe di calore e deumidificatori presenti nella struttura, e al mantenimento del corretto tasso di sostituzione dell’aria interna sia delle camere che della reception e degli spazi comuni.

Ristorante, colazione e sale da pranzo e bar

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - RistoranteQuesta parte è considerata di esclusiva competenza e responsabilità della società attualmente intestataria delle licenze del ristorante “Bar Sport Tavola Calda”, come da SCIA Commerciale presentata all'ufficio licenze del Comune di Costigliole d'Asti.

Ospiti minori

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - MinorenniSebbene le prove attuali indichino che la maggior parte dei bambini sembra sviluppare sintomi respiratori meno gravi di COVID-19, ci sono segnalazioni di bambini infettati da COVID-19 che hanno sviluppato malattie gravi o critiche e alcuni bambini sono morti, le persone responsabili dei bambini ospiti dell'albergo, e gli stessi genitori, devono essere vigili per eventuali segni di malattie respiratorie e devono informare immediatamente  il personale dell'albergo che sarà a loro completa disposizione per la miglior gestione di tale circostanza.

Pulizie delle Camere e degli Ambienti

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - PuliziaAnche se in assenza di casi di COVID-19 fra gli ospiti ed il personale dell'Albergo Motta, dall'inizio della pandemia per COVID-19, i servizi di igiene sono stati ulteriormente intensificati applicando misure di pulizia e disinfezione, non solo delle camere, ma dell'intera struttura, come misura preventiva generale durante l’intera pandemia di COVID-19. Particolare attenzione viene data agli oggetti che vengono spesso toccati come maniglie delle porte, corrimano, interruttori. Il personale addetto alle pulizie deve essere formato di conseguenza. Nell’ambito del manuale operativo della struttura per il COVID-19, si prevede un piano speciale di pulizia e disinfezione per le situazioni in cui ci sono ospiti malati di COVID-19 nelle ore immediatamente successive alla loro uscita dalla struttura. Si tratta di procedure operative avanzate per la pulizia, la gestione dei rifiuti solidi e per l’uso di attrezzature (PPE) protettivi personali. Per i locali o le aree specifiche esposte ai casi COVID-19 sono implementati i seguenti elementi:

  • Eventuali superfici che potenzialmente si potrebbero sporcare con secrezioni respiratorie o altri fluidi corporei delle persone malate, ad esempio servizi igienici, lavandini delle mani e bagni vengono puliti con una normale soluzione disinfettante domestica contenente 0,1% di ipoclorito (vale a dire, equivalente a 1000 ppm). Le superfici sono sciacquate con acqua pulita dopo 10 minuti di tempo di contatto sufficiente per il cloro. La candeggina sarà utilizzata ad una concentrazione più alta del solito e sciacquata dopo 10 minuti. Quando l’uso di candeggina non è adatto alla pulizia, come nel caso degli arredi, si impiegherà alcol 70%. In ogni camera saranno utilizzati solo materiali per la pulizia usa e getta. L'acqua per la pulizia del pavimento sarà cambiata per ogni camera e mocio sarà accuratamente pulito con candeggina;
  • Tutta la biancheria sarà maneggiata con cura per evitare l’innalzamento della polvere, con conseguente potenziale contaminazione delle superfici o delle persone circostanti. Il lavaggio avverrà in cicli caldi non inferiori ai 70° C, con i soliti detergenti e l'aggiunta di presidi medici disinfettanti che non provocano allergie o rischio tossicità, come l'Amuchina. Tutti gli articoli usati sono gestiti in modo appropriato per mitigare il rischio di trasmissione potenziale. Tutti gli articoli usa e getta sono collocati in contenitori con coperchio per la raccolta differenziata dei rifiuti e smaltiti secondo il piano d’azione dell’hotel e le normative del Comune di Costigliole d'Asti, per la gestione dei rifiuti. Anche se le aree comuni in cui il transito degli ospiti avviene in un tempo minimo, come nei corridoi, saranno puliti e disinfettati con cura e sono presenti diffusori a tempo di spray disinfettante e sarà assicurata un costante e idoneo ricambio di aria. La pulizia dell'intera struttura è svolta dal legale rappresentante della struttura, preparato nell’uso del PPE e nell’igiene delle mani subito dopo la rimozione del PPE e al termine del lavoro di pulizia e disinfezione. Tutte le camere e le aree comuni devono essere ventilate ogni giorno. Monitoraggio degli eventuali ospiti malati.

Gli ospiti dell'Albergo Motta devono informare la reception in caso di malessere. Queste informazioni saranno trattate e gestite con discrezione

Disponibilità dei materiali

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Disponibilita materialiLe pulizie saranno svolte con l'uso di presidi di protezione personale, come: guanti, abiti che saranno accuratamente lavati ogni giorno, scarpe chiuse. Poiché sono previste procedure che generano spruzzi durante il lavaggio delle superfici, si aggiunge una protezione facciale. Si prevede l'utilizzo di disinfettante mani dopo aver terminato la pulizia di una camera e prima di passare alla pulizia della camera successiva.

Programmi di pulizia opzionali

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Pulizia opzionaleTutti i programmi in cui gli ospiti possono rinunciare volontariamente ai servizi di pulizia, sono sospesi fino al termine dell'emergenza sanitaria da COVID-19, al fine della massima tutela della salute e sicurezza del personale dell’hotel e degli ospiti.

Gestione dei casi di COVID-19 nell'Albergo Motta

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Gestione casi Covid19Se un ospite o il personale sviluppa sintomi di infezione respiratoria acuta, si devono immediatamente compiere tutti gli sforzi per ridurre al minimo il contatto della persona malata con tutti gli altri ospiti presenti in albergo, ed il personale stesso. L’accoglienza dell’hotel nella persona del legale rappresentante, seguirà le procedure del piano d’azione per la situazione in cui un ospite sviluppa segni e sintomi indicativi di COVID-19.

Caso di un ospite interessato da COVID-19

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Ospite Covid19Se la persona interessata è un ospite dell’albergo non è consigliabile il soggiorno continuo della persona malata nella struttura, salvo diverse indicazioni del personale medico sanitario. La persona viene isolata nella propria camera su base temporanea fino all’intervento delle autorità sanitarie locali, e a condizione di allontanare in altre camere gli ospiti presenti nella camera. Nessun visitatore è autorizzato ad entrare nella camera occupata dall’ospite interessato. Le misure per la gestione dei contatti possono essere riferite alle linee guida provvisorie dell’OMS sull’assistenza domiciliare per i pazienti con COVID-19 che presentano sintomi lievi e la gestione dei loro contatti.

Al fine di ridurre al minimo il rischio di contaminare altri ospiti o membri del personale, l'ospite sintomatico deve lasciare l’hotel, fatto salvo diverse indicazioni del personale medico sanitario e dell’autorità sanitaria locale. L’ipotesi sintomatica sarà valutata dal personale medico, se soddisfa la definizione di un caso sospetto, sarà trasferito in una struttura sanitaria designata. La gestione dei contatti imposti dell’ospite malato dovrà avvenire secondo le istruzioni dell’autorità locale di sanità pubblica. L’autorità sanitaria locale deve aggiornare rapidamente l’autorità sanitaria regionale o nazionale sull’esito degli esami e, se le sue azioni devono essere intraprese.
Non è previsto il coinvolgimento del personale dell'albergo e del suo veicolo, per il trasporto di un sospetto caso COVID-19 all'ospedale Cardinal Massaia di Asti, che dovrà avvenire solo tramite ambulanza successiva a chiamata al 118 per la gestione dell'emergenza sanitaria in corso.
L’accesso ai servizi per la pulizia e la disinfezione e sanificazione della stanza occupata dal malato avviene secondo il piano d’azione, seguendo i protocolli di pulizia e disinfezione per le stanze con i casi. La persona malata viene immediatamente separata dalle altre persone presenti in camera. Nel caso in cui, dopo l'intervento dei sanitari del 118, la persona malata non viene trasferita in ospedale, la direzione mette in atto tutte le misure pertinenti atte a favorire la cura della persona malata in modo adeguato. Ciò includerà non solo il seguire scrupolosamente le indicazioni fornite dal personale medico sanitario, ed una costante e quotidiana comunicazione di aggiornamento delle condizioni di salute dell'ospite.
L'ospite dovrà restare nella sua camera ed indossare la mascherina ogni volta che richiederà l'intervento del personale dell'albergo. Se la maschera medica non può essere tollerata dalla persona malata, verranno forniti fazzoletti di carta usa e getta per coprire la bocca e che dovranno essere gettati nel sacchetto di smaltimento dei rischi biologici che verrà posizionato in camera al posto del normale cestino dei rifiuti. Se non è disponibile alcun sacchetto per lo smaltimento dei rischi biologici, si utilizzerà un sacchetto di plastica intatto, che sarà sigillato e considerato rifiuto “rischio biologico”. Il contatto diretto del personale dell'albergo con l'ospite malato deve avvenire mediante l'uso di un abito usa e getta, guanti, maschera e protezione degli occhi. I PPE saranno successivamente rimossi con attenzione per evitare di contaminare sé stessi. Quindi si procederà a rimuovere i primi guanti e l’abito, a fare l’igiene delle mani; poi si rimuove la maschera e la protezione degli occhi, e immediatamente si lavano le mani con sapone e acqua o sfregamento a base di alcol. Tutta la biancheria della camera che è entrata in contatto con i fluidi corporei della persona malata, viene riposta in un sacchetto di rischio biologico o in un sacchetto di plastica protetto che sarà sigillato e considerato rifiuto rischio biologico. Quando l'ospite potrà lasciare la camera questa sarà accuratamente pulita e sanificata mediante l'utilizzo di ozono.

Se non c’è altra scelta che tenere un ospite malato sospettato di COVID-19, con sintomi lievi, l’autoisolamento nella stanza dovrebbe essere considerato. Le visite del medico devono essere effettuate nella stanza della persona malata quando possibile, evitando la necessità per il paziente di andare all’ufficio del medico. Un ospite malato sospettato di COVID-19 deve soggiornare in una stanza individuale, tranne nel caso di bambini. La persona malata non dovrebbe ricevere visitatori, o se lo fanno, le visite dovrebbero essere limitate a ciò che è strettamente necessario. L’ospite deve ricevere cibo in camera. I malati non devono condividere un bagno con altre persone, né devono utilizzare asciugamani, coperte, o qualsiasi tipo di abbigliamento con i loro custodi.
I custodi devono adottare severe misure precauzionali, tra cui l’uso del PPE, ogni volta che si avvicinano o hanno un contatto diretto con la persona malata. La stanza viene quindi essere organizzata per consentire una corretta medicazione del PPE e, in un’area separata, per lo smaltimento di PPE usato/contaminato. Quindi si trasferiranno in due camere adiacenti, il malato ed il suo custode ed il passaggio di quest'ultimo dalla camera del malato alla sua deve avvenire solo ed esclusivamente dalle porte balcone ed il terrazzino esterno in comune, per evitare di utilizzare il corridoio dell'albergo. Il medico incaricato del caso dovrebbe fornire ai parenti e alle persone che accompagnano le informazioni riguardanti le misure di controllo delle infezioni che deve adottare. Solo una persona dovrebbe essere incaricata di prendersi cura della persona malata. Le donne incinte o altre persone ad alto rischio di sviluppare malattie gravi causate da COVID-19 non dovrebbero servire come custodi. I custodi devono auto-monitorare la comparsa dei sintomi, in particolare febbre e tosse, e ricevere cure mediche se tali sintomi compaiono. I vestiti del paziente malato, così come la biancheria della stanza che occupa, devono essere lavati seguendole solite procedure. Come misura precauzionale, questi articoli devono essere conservati e trasportati in sacchetti sigillati.

Caso del lavoratore (legale rappresentante) affetto da COVID-19

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Legale rappresentate malato di Covid19Essendo il legale rappresentante dell'Albergo Motta, l'unico membro del personale, se quest'ultimo dovesse segnalare sintomi respiratori, sarà immediatamente interrotto il suo lavoro, l'albergo sarà chiuso, sarà cercata l'assistenza medica ed una persona preposta informerà gli ospiti presenti e li aiuterà a trovare immediatamente un nuovo alloggiamento.  La chiusura della struttura si estenderà fino alla completa guarigione, si effettuerà la sanificazione di tutta la struttura. Il legale rappresentante deve rimanere isolato in una stanza della propria abitazione, all'interno dell'albergo, mentre i servizi medici vengono chiamati e notificata la situazione agli uffici comunali. Il lavoratore sintomatico deve essere dotato di tessuti usa e getta e di una maschera che deve essere indossata quando altre persone sono presenti. 

Identificazione e gestione dei contatti

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Identificazione contattiL’identificazione dei contatti deve iniziare immediatamente dopo l’identificazione di un caso sospetto nella struttura. L’OMS definisce un contatto come una persona che ha sperimentato una qualsiasi delle seguenti esposizioni durante i 2 giorni prima ed i 14 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi di un caso probabile o confermato:

  • Contatto faccia a faccia con un caso probabile o confermato entro 1 metro e per più di 15 minuti;
  • Contatto fisico diretto con un caso probabile o confermato;
  • Assistenza diretta per un paziente con malattia di COVID-19 probabile o confermata senza utilizzare adeguate dispositivi di protezione personale;
  • Altre situazioni previste nelle valutazioni dei rischi.

Nell’ambito di un albergo, un contatto potrebbe essere considerato come:

  • Compagni di stanza o persone che si prendono cura che hanno avuto stretti contatti con il caso sospetto;
  • Il membro del personale potrebbe essere stato a stretto contatto con la persona malata o con i suoi indumenti durante le operazioni di pulizia della camera.

Se la gravità dei sintomi o dei numerosi movimenti del caso indica un’esposizione più estesa nella struttura alberghiera, insieme alle autorità sanitarie locali deve essere effettuata una valutazione più approfondita. L’OMS raccomanda che tutti i contatti dei pazienti affetti da COVID-19 siano messi in quarantena per 14 giorni dall’ultima volta in cui sono stati esposti al paziente. Se un contatto sviluppa sintomi deve auto isolarsi in forma preventiva, avvisare telefonicamente e tempestivamente un medico per ottenere assistenza, ed essere considerato come caso sospetto, e trattato come tale. Altri ospiti e personale che non soddisfano la definizione di contatto possono essere considerati come soggetti esposti a basso rischio e possono essere invitati ad attuare misure precauzionali. Queste misure precauzionali possono essere modificate e adattate alle valutazioni dei rischi condotte dalle autorità sanitarie pubbliche locali.

Clienti non affetti da Virus

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - Clienti saniGli ospiti non interessati sono persone considerate a basso rischio. Riceveranno dal personale dell'albergo, informazioni sulla malattia, la sua trasmissione e le misure preventive. Saranno invitati ad auto monitorarsi per i sintomi di COVID-19, tra cui febbre, tosse o difficoltà respiratorie per i 14 giorni successivi alla data di partenza del caso confermato dall'albergo. Nel caso in cui sviluppino sintomi indicativi di COVID-19 entro 14 giorni, sarà chiesto loro di auto isolarsi immediatamente e di contattare i servizi sanitari locali.

Fornitori di beni e servizi

Piano di autocontrollo COVID-19 dell'Albergo Motta - FornituraGli appaltatori e i fornitori di beni e servizi presenti in struttura, seguono sistemi di lavoro sicuri e dispongono anche di sistemi per la prevenzione della diffusione del COVID-19 e la loro formazione sull'emergenza sanitaria, è delegata ai propri datori di lavoro e non è responsabilità dell'Albergo Motta che dovrà solo provvedere al rilevamento della temperatura corporea, prima del loro ingresso ed imporre l'uso della mascherina.

L'Albergo Motta punta su salute e sicurezza

In questo lungo e dettagliato piano ho voluto dedicare spazio ad ogni azione, provvedimento e comportamento che metterò in atto per preservare e salvaguardare la salute non solo della sottoscritta, ma soprattutto quella dei miei Clienti. Non scendo mai a compromessi!

La speranza di tutti è di tornare presto alla normalità e di poter tornare a viaggiare nella nostra bella Italia senza troppe paure. Anche il mio Albergo Motta non vede l'ora di averti tra i suoi ospiti!

Se desideri chiarimenti sul mio piano di autocontrollo COVID-19 o vuoi iniziare a pensare al futuro e a quando potremo viaggiare di nuovo, non esitare a contattarmi!

Pin It

Scegli la tua camera

Motel Asti, camere a ore Asti, Day Use

Camere a tema

Camere a ore Asti: camere romantiche a tema perfette per le coppie.

Hotel Asti, camere familiari e turistiche

Camere turistiche

Camere albergo Asti per famiglie in vacanza, come pure per viaggi di lavoro.

Contattaci

Prenota
Prenota con contatto diretto via telelefono e-mail o form

logo dayuse logo booking

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Via Giacomo Scotti, 32 - Fraz. Motta
    14055 Costigliole d'Asti (Asti)

Albergo Motta
Hotel Asti

CF/P.IVA: 01519840050

© 2019 - All rights reserved

Realizzazione Sito Web
di Made in Magic, Web Agency Milano

logo dayuse

logo booking