Amore Tantrico: un'Esperienza di Coppia Coinvolgente

  • Blog

Amore Tantrico: un'Esperienza di Coppia Coinvolgente

Conosci il sesso tantrico?

Amore tantrico - StingL’espressione sesso tantrico, o amore tantrico, magari ti dice poco, ma forse ricorderai che Sting, il famoso cantante dei The Police, sosteneva che faceva sesso per ore e ore con sua moglie Trudie. Sono certa che adesso si sia accesa una piccola lampadina.

Come faceva Sting? La sua prestazione era possibile grazie al Tantra: Sting, infatti, praticava l’amore tantrico. I verbi al passato sono d’obbligo, perché di recente Gordon Matthew Thomas Sumner, in arte Sting ha ritrattato ogni parola a tal riguardo, forse per scrollarsi di dosso la fama di grande amatore passionale.

Sul primo canale della BBC, il cantante avrebbe infatti affermato che è stato un equivoco. Stando alle sue ultime dichiarazioni, lui non farebbe “tantric sex” ma “frantic sex”. In parole povere, Sting non praticherebbe il sesso tantrico, ma il sesso frenetico.

Forse per alcune fan di Sting queste ultime dichiarazioni possono essere state una delusione, ma è indubbio che il famoso cantante dei The Police abbia aperto il vaso di Pandora, spingendo molte persone a domandarsi cosa fosse il Tantra e cosa si intende per sesso tantrico. La curiosità è il sale della vita, ci porta a porci delle domande, a trovare una loro risposta e, a volte, a mettere in pratica anche alcuni insegnamenti.

Prima di storcere il naso per l’argomento di questo mio articolo, lascia che ti spieghi cos’è il Tantra e su cosa si basa questa pratica: tieni la mente aperta e buona lettura!

Conosciamo insieme il Tantra

La prima cosa che devi sapere sul Tantra e, in particolare, sul sesso tantrico, riguarda il suo scopo: non si parla di un mero orgasmo fisico comune ad altre pratiche, ma un orgasmo dell’anima, qualcosa di decisamente più profondo e intimo che permette di arrivare all’estasi sessuale per numerose ore.

Passiamo adesso a un po’ di storia, sempre utile quando si parla di pratiche a noi sconosciute e provenienti da Terre molto lontane dalla nostra bella Italia.

Tantra deriva dal sanscrito, una lingua ufficiale dell’India e anche una delle più antiche lingue al mondo, e può essere tradotta in ordito o trama, ma anche come principio ed essenza. Tantra è composto da tan (estendere, moltiplicare) e tra (strumento).

Amore tantrico - FilosofiaLa filosofia tantrica affonda le sue radici sia nel buddismo che nell’induismo arcaici ed è una filosofia di vita e di cura di sé che comprende lo yoga, la meditazione ed il massaggio; tende inoltre all’unione della coscienza individuale con quella universale, del maschile con il femminile.

Cuore del pensiero tantrico è il concetto di universo manifesto, inteso come espressione fisica e sensoriale dell’universo immanifesto. Da umile occidentale per niente zen, posso dire che il bello del sesso tantrico risiede nell'imparare a vivere la propria sessualità senza l'ansia da prestazione e tutte le paure connesse ad un’assenza di sincronizzazione dei tempi degli orgasmi maschili e femminili. Tutto avviene in maniera più tranquilla e priva di stress.

Tutto questo conduce a un altro grande lato positivo strettamente connesso all’accettazione del proprio corpo. Troppo spesso noi donne teniamo contratti gli addominali per nascondere quel filo di pancia in più, oppure eseguiamo approfonditi studi sulle luci della camera da letto per evitare che illumini la cellulite, o quel lato di noi che proprio non amiamo. Spesso si tratta di problemi che nemmeno una professionista come l’estetista riuscirebbe a trovare: del resto, sappiamo benissimo come siamo complicate noi donne!

Dimentica quindi l’ansia da prestazione ed eventuali dinamiche di potere che a volte vengono messe in atto attraverso piccoli giochini di ruolo. Concentriamoci su ciò che sentiamo, ciò che proviamo e lasciamo fuori dalla stanza tutte le emozioni negative che andrebbero solo a rovinare tutto. Il sesso tantrico è la lenta unione dei corpi, delle menti e degli animi.

Attenzione però! Il Tantra non è per tutti e non deve essere liquidato come un semplice modo di fare l’amore all’orientale, o l’ennesima moda da mettere in pratica. Per seguire il Tantra e le sue tecniche occorre essere una coppia molto unita e complice, devi avere una grande confidenza con il tuo partner ed essere entrambi curiosi di scoprire un mondo sensoriale completamente nuovo.

Ti dico questo perché il Tantra ha la capacità di far emergere tutte le motivazioni psicologiche che sono alla base di un rapporto, ma anche tutti i problemi che possono esserci in una coppia. Se è vero che l'onesta presa di coscienza del nostro rapporto di coppia è la sola strada per risolvere i nostri eventuali problemi, è altrettanto vero che si deve saper scegliere il momento adatto a noi, quello in cui si è entrambi realmente pronti a guardare in faccia la relazione e ad affrontare ciò che in essa non funziona.

Amore Tantrico: la coppia

A me piace pensare che nulla accade per caso nelle nostre vite. Se sei approdato su questo articolo quasi "per caso", magari inizialmente per una semplice curiosità, non è detto che al termine della lettura tu non inizi a cercare la tua strada, avvicinandoti magari al Tantra o allo Yoga Tantra che dir si voglia. Se accadrà questo, vuol dire che per te è giunto il momento di essere più consapevole come individuo e soprattutto come individuo all'interno di una relazione di coppia.

Tantra tecniche sessuali ed esercizi consigliati

All'amore tantrico, tu ed il tuo partner, potete approcciarvi in modo inizialmente semplice, seguendo i quattro esercizi tantrici fondamentali, di cui sto per parlarti, per poi decidere di approfondire l'argomento attraverso la lettura dei libri scritti dalla coppia Elmar Zadra e Michaela Zadra (ti consiglio in particolare modo “Tantra la via dell'estasi sessuale” e “Tantra per due”).

Amore Tantrico Un Esperienza Di Coppia Coinvolgente 03
Amore Tantrico Un Esperienza Di Coppia Coinvolgente 04

In alternativa puoi optare per corsi e seminari proposti da associazioni serie, come quella degli stessi  Elmar Zadra e Michaela Zadra il cui approccio al Tantra è indirizzato principalmente alle coppie. I signori Zadra, che possono essere considerati dei maestri contemporanei, hanno una formazione induista e buddista, integrata con materie più moderne, quali la bioenergetica, la PNL e la sessuologia. 

Il Tantra è sesso, ma una forma di sesso sacra perché considera l'uomo come  la manifestazione terrena di un Dio (Shiva) e la donna di una Dea (Shakti). Durante il sesso tantrico la donna è quella attiva dei due e deve trasferire la sua energia fredda all’uomo che la trasformerà in energia calda; lo scopo di questo scambio non è raggiungere subito l’orgasmo di coppia, ma arrivare all’estasi sessuale e farla durare per tutto il tempo desiderato.

Ti chiederai: tutto molto interessante, ma come si può iniziare a fare sesso tantrico? Esistono quattro esercizi che puoi praticare insieme al tuo partner.

Primo esercizio

Il primo esercizio è molto semplice e ti aiuterà ad entrare in questo mondo. Mentre siete insieme svuotate la mente da ogni pensiero ed immergetevi solo nel momento presente. Questo non vuol semplicemente dire prendere reciproca consapevolezza di voi stessi e dei vostri corpi, ma dovete ascoltare i vostri respiri e i vostri corpi.

Nel fare questo non dovete rimanere immobili e distaccati. Baciatevi e toccatevi per tutto il tempo, osservatevi intensamente, non solo guardandovi negli occhi, ma riscoprendo (o scoprendo) ogni dettaglio di voi stessi e dell'altro. Vi dovete liberare da ogni limite mentale e fisico, da ogni forma di giudizio e di pregiudizio, sia sul vostro corpo, che sul corpo del vostro partner. Ricordatevi che siete nudi per un motivo: dovete mettervi a nudo tra di voi, in modo da donare e ricevere a vostra volta. Uno scambio profondo e molto intenso.

Amore tantrico: primo esercizio

Secondo esercizio

Passiamo al secondo esercizio che potete mettere in atto. I vostri corpi devono muoversi insieme ed allo stesso ritmo, non alla stessa velocità, ma alla medesima lentezza. Ebbene sì, questa è la parola chiave: lentezza Si tratta di un semplice movimento di bacino che deve essere simile a quello di una danza.

Ricorda che non si tratta di una gara e non si deve forzare l’altro ad andare a una velocità diversa. Trovate il vostro ritmo, la vostra lentezza e godetevi il momento.

Amore tantrico: secondo esercizio

Terzo esercizio

Nel terzo esercizio un ruolo principale è ricoperto dal respiro. Non commettere l’errore di sottovalutare il respiro. Come abbiamo visto, l'amore tantrico non è solo una questione fisica, ma investe anche le sfere emozionali e sensoriali.

Il respiro deve essere anch'esso sincronizzato e controllato. Come farlo? Ecco un modo pratico:

  • Inspira per sei secondi;
  • Trattieni il respiro per sei secondi;
  • Espira per altri sei secondi.

Per liberare il bacino è utile la voce, quindi non trattenere dentro di te i suoni e le parole, usali invece per aiutarti ad aprire la mente.

Amore tantrico: terzo esercizio

Quarto esercizio

Questo è forse l’esercizio un pochino più complesso e scoprirai tu stesso il motivo. Ricorrete all’aiuto delle nuove ed intense sensazioni che avete scoperto e state vivendo per rimandare l'orgasmo. In che modo?

Ascoltando il respiro, le sensazioni stesse, quindi rallentando il ritmo, per poi aumentarlo nuovamente e così via per tutto il tempo che desiderate. Così facendo, non rallentate il piace, ma anzi lo prolungate, alimentate il fuoco sessuale della zona bacino o chakra della radice, per dirla giusta!

Questo è  il famoso orgasmo di valle che nasce proprio dall’ascolto e dal seguire sensazioni come il calore, la morbidezza della pelle, il profumo, i lineamenti del partner e così via.

Amore tantrico: quarto esercizio

Tantra sessualità: le domande più ricorrenti

Dopo tali spiegazioni ed esperimenti, direi che abbiamo finalmente rotto il ghiaccio su un argomento che, per troppe persone, rappresenta ancora un tabù.

Se stessimo parlando a quattrocchi sono certa che, a questo punto, mi porresti due precise domande. Immaginando di avere ragione, procedo a rispondere a questi dubbi.

Amore tantrico: masturbazioneIniziamo con la prima domanda: la masturbazione, secondo il Tantra, che ruolo ha all'interno di un rapporto di coppia? Nel sesso tantrico la masturbazione non ha la valenza negativa che molto spesso ha, invece, nel sesso ordinario: in questo secondo caso il partner dedito all'autoerotismo viene giudicato negativamente.

Altre volte si è portati a pensare che il suo “auto fare” sia indice di un'insoddisfazione sessuale, dovuta ad un mancanza da parte del compagno o della compagna che non comprendono tale agire solo perché non si dedicherebbero mai al fai da te. Nel sesso tantrico la masturbazione arricchisce l'amore tantrico e va praticata nello stesso modo in cui si pratica il sesso tantrico: regola il respiro, concentrati sulle sensazioni, sul momento presente ed anche sugli sguardi del tuo partner.

Sì, hai capito bene: puoi praticarla non in solitaria, ma in coppia. Ecco perché diventa un arricchimento al rapporto.

Forse ricorderai una famosa frase di Woody Allen che diceva

“Non criticate la masturbazione. È fare sesso con qualcuno che stimate veramente!”

Se pratichi l’amore tantrico, puoi sostenere a maggior ragione tale frase.

Passiamo alla seconda domanda: ci sono precise e particolari posizioni sessuali tantriche? Troppo spesso si associa il Tantra al Kamasutra, forse perché entrambi affondano le proprie origini in India. Il sesso tantrico, però, non a nulla a che vedere con il Kamasutra, perché si caratterizza per posizioni che sono molto più vicine a quelle dello yoga. Ecco spiegato il motivo per cui si parla di yoga tantrico in coppia.

Nel Tantra non vi è nulla di vietato, ma neanche qualcosa che deve essere fatto per forza. Avrai capito che l'aspetto più importante è il rapporto respirazione sessualità: per fare bene l'amore devi imparare a respirare bene, profondamente, perché solo così sarai in grado di amplificare tutte le tue sensazione e di sentire il tuo corpo. Devi quindi scoprire cosa è meglio per te.

Riscoprire sé stessi al Motel Motta

Il Tantra è una via amorevole che non ha nulla a che vedere con orge, o pratiche sessuali da record dei primati, ma permette di conoscere meglio sé stessi attraverso le risposte alle domande sulla propria sessualità. Il Tantra tilizza tutti i nostri sette chakra, compreso l’eros, che nutre i nostri sensi e non solo: gli antichi tantrici avevano scoperto che il piacere libera le energie del corpo e attiva i processi di guarigione.

Quali sono quindi i disturbi che può curare il Tantra? Sul piano fisico i benefici del Tantra yoga sono quelli che possono essere trattati con ogni altra forma di ogni yoga e variano a seconda degli elementi che la scuola predilige. Quindi per le scuole che privilegiano l’aspetto fisico, i benefici maggiori si avranno a carico della colonna vertebrale, dell’apparato muscolo scheletrico, dell’allungamento dei tendini e della scioltezza delle articolazioni e così via. Si andranno a sciogliere le contratture, le tensioni, i dolori articolari e quelli muscolari.

Per le scuole che invece privilegiano l’aspetto meditativo ed energetico, i benefici interesseranno la dimensione psicologica, migliorando l'umore, favorendo la diminuzione dello stress, o il contenimento di stati depressivi, e aumentando la capacità di concentrarsi. In termini di rapporto di coppia, la pratica del Tantra aiuta ad alleviare le tensioni ed i problemi nel rapporto intimo-fisico e di coppia, soprattutto se sono di natura psicologica.

Il Tantra è anche massaggio tantrico inteso come ritrovamento della sacralità del corpo quale elemento e involucro fisico, tempio dell'anima. I vantaggi ed i benefici di questo massaggio ricadono non solo su chi lo riceve, ma anche su chi lo offre. Tu ed il tuo partner potrete vivere una nuova esperienza della sessualità, che trascende i limiti dello spazio e del tempo e che vivrete come pura energia che vi permetterà di dire addio all'ansia, allo stress, alle preoccupazioni e tensioni.

Per vivere in pieno questo percorso e questa scoperta è importante avere un luogo in cui potersi donare reciprocamente, un luogo lontano dalla propria quotidianità, onde evitare che questa influisca negativamente sull’intera esperienza. Un luogo come il mio Albergo Motel Motta a Motta di Costigliole d’Asti.

Per i tuoi momenti di scoperta potrai godere della formula Day Use offerta dal mio motel Asti, grazie alla quale dalle 8 alle 20 avrai una camera a tua completa disposizione a tariffa ridotta.

Scegli la camera a tema che ti colpisce maggiormente e fissa oggi stesso la tua sosta nel mio motel Asti. Non rimandare ulteriormente la scoperta del Tantra e concediti un break dallo stress della tua quotidianità. Se invece desideri organizzare una piccola fuga romantica o qualcosa di indimenticabile, ti consiglio di consultare la pagina dedicata al servizio Momenti Unici: non te ne pentirai.  

Per ricevere maggiori informazioni sui nostri servizi, sul servizio Day Use o per prenotare una stanza, contatta l’Albergo Motta.


Scegli la tua camera

Motel Asti, camere a ore Asti, Day Use

Camere a tema

Camere a ore Asti: camere romantiche a tema perfette per le coppie.

Hotel Asti, camere familiari e turistiche

Camere turistiche

Camere albergo Asti per famiglie in vacanza, come pure per viaggi di lavoro.

Contattaci

Prenota
Prenota con contatto diretto via telelefono e-mail o form

logo dayuse logo booking

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Via Giacomo Scotti, 32 - Fraz. Motta
    14055 Costigliole d'Asti (Asti)

Albergo Motta
Hotel Asti

CF/P.IVA: 01519840050

© 2019/2020 - All rights reserved

Realizzazione Sito Web
di Made in Magic, Web Agency Milano

logo dayuse

logo booking